Reset dei server di Google, la Serp si azzera

0
1175
reset google search
Nota Bene: Questo articolo non è più aggiornato da almeno 1 mesi perciò verifica le informazioni contenute che potrebbero essere obsolete.

Google ha rilasciato quest’oggi, 1 aprile 2015, una dichiarazione in cui avvertiva tutta l’utenza del motore di ricerca di alcuni disservizi legati alla serp odierna.

Il contenuto della lettera, inviata a tutte le più famose testate di informazione presenti online era il seguente:

“A causa di gravi problemi tecnici i server dedicati alla Google Search, alle ore 6 PM (ora del Lowa in America), si sono resettati distruggendo in un attimo tutto il lavoro di indicizzazione dei siti internet svolto dal 1997 ad oggi. Il motore di ricerca ha quindi smesso di restituire risultati, a parte quelli a pagamento del circuito pubblicitario Adwords.
Per correre ai ripari e ripristinare la situazione in tempi brevi abbiamo adottato la procedura “Dumas”, che ci ha permesso di far ritornare la situazione alla normalità in tempi davvero brevi. Questo comunicato, infatti, viene diramato solo ora in cui, a seguito di ricerca sul nostro motore di ricerca, vengono restituiti con successo i siti internet indicizzati e catalogati nelle posizioni che mantenevano precedentemente al guasto ai nostri server.
In particolare vorremmo rivolgerci a tutti i consulenti SEO rassicurandoli sul loro lavoro di posizionamento dei siti. Il nostro algoritmo di ricerca è così perfezionato che a seguito di nuova analisi, partendo da zero, ha ricreato una Serp identica alla precedente.”

Che cos’è la strategia “Dumas”?

sapientinoQuesta procedura di sicurezza, studiata dai tecnici di Google, è nata in vista di casi eccezionali come quello avvenuto questa notte (utilizzando come riferimento il fuso orario italiano). Denominata affettuosamente “Uno per tutti, tutti per uno” dai collaboratori di Larry Page, questo protocollo di sicurezza consiste nel richiedere a tutti i dipendenti e ai loro famigliari di fornire temporaneamente tutti i dispositivi di calcolo in loro possesso.
Una volta cablati fra loro questi calcolatori forniscono la necessaria potenza di elaborazione per scandagliare tutta la rete internet e posizionare i siti web, a seguito di analisi con l’algoritmo segreto di emergenza di Google denominato Cleaner Fish, in tempi davvero brevi e ripristinando così la Serp a seguito di casi speciali come il reset di questa notte.

Noi di posizionamento-seo.com abbiamo intervistato in esclusiva Ana Panz, anni 7, figlia di uno dei sistemisti del nodo italiano:
“L’esperienza di questa notte è stato qualcosa di fantastico, quando mio papà mi ha chiesto di prestare il mio Computer Kid delle Winx (tipo Sapientino, ma più evoluto, n.d.r.) all’inizio non volevo, ma poi dopo che mi ha promesso di comprarmi un vero cellulare con cui iscrivermi ad Ask e Facebook ho accettato subito. E devo dire che non mi sono mai sentita così utile!”

Se sei arrivato a leggere fino a qui è necessario precisare che… questo articolo è un pesce di aprile e nulla di quanto scritto corrisponde a verità.

Reset dei server di Google, la Serp si azzera
5 (100%) su 1 voti

CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

LASCIA UN COMMENTO