Yoast e AMP: i consigli di Joost de Valk

0
1453
Yoast e AMP

Joost de Valk, il founder di Yoast SEO, una delle migliori plugin di WordPress utilizzata per posizionare i siti web realizzati con questo CMS sui motori di ricerca, spiega in due diversi articoli la sua esperienza con AMP, come sfruttarla al meglio grazie ad un add-on per il suo software e come integrare questa tecnologia.

AMP e l’esperienza del CEO di Yoast

Sul blog ufficiale della noto software per WP, Joost ha pubblicato due articoli in seguito all’introduzione della tecnologia per le Accelerate Mobile Page, consigliando, nel primo articolo in argomento, di utilizzare su un sito WordPress una plugin di PageFrog di cui abbiamo parlato in un precedente post, dal nome Facebook Instant Articles & Google AMP Pages. I motivi della scelta di questo software, rispetto alla plugin ufficiale AMP, della Automattic erano imputabili ad una più alta customizzazione dei colori per le pagine AMP e la possibilità di adattarle alla grafica del sito su cui viene configurata.

A distanza di un paio di settimane Joost ha pubblicato una rettifica al suo precedente articolo, spiegando che dopo una serie di test si è reso conto che il software per AMP sviluppato da PageFrog soffre di importanti problemi, primo fra tutti quello impostare automaticamente, nel pannello di amministrazione degli articoli, una sezione in cui visualizzare una anteprima di come compare la versione AMP del contenuto in esame. Questa preview, che non è possibile disabilitare, causa dei crash in alcuni browser quando visualizzano il pannello di amministrazione.

Per questo motivo il CEO di Yoast ci fa sapere che consiglia di utilizzare, nel caso vogliate passare alla tecnologia AMP (in questo caso valutate prima bene i motivi di questa vostra scelta e a questo proposito vi raccomando di leggere un mio precedente articolo in merito), il plugin ufficiale della Automattic di cui ho parlato tempo fa.

Yoast SEO consiglia la plugin #AMP per generare delle Accelerated Mobile Page Condividi il Tweet

L’integrazione offerta da Glue for Yoast SEO & AMP

Oltre alle informazioni relative ai bug generati dal plugin di PageFrog il buon Joost ha aggiornato Glue for Yoast SEO & AMP, aggiungendo delle preziose funzionalità per:

  • selezionare il supporto AMP per i diversi tipi di post;
  • personalizzare i colori della veste grafica AMP;
  • aggiungere il codice di tracciamento di Google Analytics;
  • mantenere i metatag configurati via Yoast anche nella versione AMP;

Vediamo nel dettaglio come installare e configurare questa plugin.

I requisiti di Glue for Yoast SEO & AMP

Per poter realizzare e personalizzare le versioni AMP dei nostri contenuti pubblicati su WordPress è necessario installare, attivare e configurare ben tre plugin, nel seguente ordine:

  1. Yoast SEOleggi la guida dedicata;
  2. AMP di Automatticleggi la guida dedicata;
  3. Glue for Yoast SEO & AMP di cui parleremo in questo articolo;

Come configurare Glue for Yoast SEO & AMP

Una volta installate e attivata questa plugin potremo personalizzare questo software grazie alla nuova voce che troviamo nel menù di amministrazione: SEO >> AMP.

Troveremo così tre tab su cui intervenire per personalizzare le nostre Accelerate Mobile Page. nel nuovo stile grafico definito dalla versione 3.1 di Yoast.

Post Types

yoast glue amp post types

Nella sezione dedicata ai tipi di post possiamo attivare o disabilitare per quali tipologie di post vogliamo che il nostro sito presenti una versione AMP:

  • Articoli (post);
  • Pagine (page);
  • Media (attachment);

Design

Premendo sul tab Design possiamo personalizzare la grafica delle nostre pagine AMP, in particolare possiamo:

  • aggiungere una icona AMP (consigliata di dimensioni al minimo di 32×32 px) e una immagine di default (minimo di 696 px di larghezza);
  • modificare i colori della barra dell’header e dei testi;
  • modificare i colori e lo stile dei link;
  • configurare il colore delle citazioni;
  • Aggiungere del codice CSS personalizzato;
  • Aggiungere del codice aggiuntivo tra i tag <head>, attenzione che sono permessi solo i tag meta e link, gli altri verranno eliminati automaticamente;

Analytics

Nella sezione dedicata all’inserimento del codice di tracciamento per Google Analytics possiamo inserire il codice necessario a monitorare le nostre pagine AMP.

yoast glue amp analytics

Mi raccomando è necessario inserire la versione amp-analytics dello script e non quella consueta.

In sintesi

La plugin dell’Automattic risulta, secondo i risultati di Joost de Valk, la più sicura per integrare la tecnologia AMP e, grazie alle plugin di casa Yoast, la personalizzazione delle Accelerated Mobile Page diviene semplice e alla portata di tutti.


Se sei interessato a vedere il funzionamento di questa plugin, in accoppiata al software sviluppato dall’Automattic, per comprendere come si visualizza una pagina AMP prova la versione Accellerated Mobile Page di questo articolo.

Yoast e AMP: i consigli di Joost de Valk
5 (100%) su 2 voti

FonteGlue for Yoast SEO & AMP
CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

LASCIA UN COMMENTO