Privacy e Facebook: come blindare il profilo personale

Guida ragionata per tutte quelle categorie lavorative, come gli psicologi e gli psicoterapeuti, che vogliono tenere separati interessi personali dall'attività professionale

2
11708
facebook privacy

Chiacchierando con un amico psicoterapeuta mi son trovato a dare qualche consiglio sull’uso del profilo personale di Facebook, per tenere separata l’attività lavorativa, dalla vita personale.

Questi stessi consigli li trovate nella guida di configurazione del Social Network, ma in questo articolo ho raccolto assieme tutte le impostazioni utili solamente a proteggere la nostra privacy su Facebook.

Le informazioni che vi fornirò naturalmente NON valgono per le pagine aziendali, che sono una cosa ben diversa dall’argomento che tratterò, ma solo per i profili privati. Attenzione a non esagerare con la protezione delle informazioni sul vostro profilo, potreste rischiare di non far visualizzare niente di voi e in quel caso vi consiglierei di non usare questo Social Network, in quanto poco utile ai fini della condivisione delle informazioni. Sappiate che è possibile avere un account su Facebook anche solo per poter utilizzare il servizio di Messanger integrato, utilizzando i contatti recuperabili sul Social.

Premessa sull’uso di Facebook

Prima di incominciare a vedere tecnicamente come proteggere i nostri dati personali agli occhi delle persone che non desideriamo è d’obbligo fare alcune considerazioni sulle condizioni che accettiamo, esplicitamente confermando le condizioni d’uso del Social Network più utilizzato in Italia, quando ci registriamo allo strumento:

  • Pur se viene rilasciato come strumento gratuito, in realtà lo paghiamo con le informazioni che forniamo su di noi.
  • I dati personali che inseriremo verranno usati da Facebook per fornirci annunci sponsorizzati affini ai “nostri gusti”.
  • Se impostiamo male la nostra utenza e rendiamo visibili contenuti che vorremmo rimanessero riservati, vi è la possibilità che qualcuno li scarichi e li ridiffonda. Un esempio? Buona parte delle immagini pedopornografiche scambiate dai maniaci in rete provengono dagli account Facebook di genitori inconsapevoli che pubblicano le foto dei propri piccoli in spiaggia o durante la ginnastica (fonte una indagine dell’Australia Children’s eSafety).
  • Creando un profilo sui Social Network creeremo un canale di comunicazione verso di noi e interagiremo necessariamente con altre persone. Spesso il pseudo anonimato, lo scrivere da dietro un monitor o una non conoscenza delle più basilari regole di relazione sociale ci porterà a ricevere interazioni indesiderate o spiacevoli, come commenti negativi o veri e propri insulti.
  • Facebook è un diario, ma un po’ particolare, in quanto lavora bene sul presente, meno bene nel passato. Lo strumento infatti non permette una fruizione veloce e organizzata dei contenuti pubblicati in passato e la ricerca interna lascia un attimo a desiderare, pur se in questi ultimi giorni hanno potenziato questo strumento. Nello stesso tempo però vi è il rischio, se il profilo non è configurato correttamente, che contenuti pubblicati precedentemente e “pericolosi” per la nostra identità possano ritornare a galla grazie a nuove interazioni. Quando si pubblica un contenuto è quindi necessario pensare non solo al presente, ma al futuro e decidere sin da subito se nei prossimi anni il materiale che abbiamo pubblicato potrebbe danneggiare la nostra identità.
  • Il Social Network di Zuckerberg, nel bene e nel male, risponde alle leggi dei diversi stati e nel caso di richieste specifiche da enti legali fornisce tutti i dati in suo possesso alle autorità competenti.
  • Un profilo personale è legato ad una persona fisica. Se vuoi sponsorizzare una attività, un servizio o qualunque cosa diversa dal tuo “essere umano”, apri una pagina.
  • Una volta che ci registriamo ed utilizziamo Facebook accettiamo implicitamente e esplicitamente le condizioni d’uso di questo strumento.

Quali sono i pro e contro di utilizzare #Facebook? Condividi il Tweet

A chi è dedicata questa guida

Questa guida è dedicata a tutti quei “profili lavorativi sensibili” che necessariamente devono tenere scollegata la vita quotidiana da quella professionale, ma che nel contempo vogliono utilizzare Facebook per mantenere le relazioni.

Nello stesso momento questa guida potrebbe servire per tutte quelle persone che non vogliono mostrare le proprie passioni o gusti ai colleghi/datori di lavoro, per paura di ripercussioni.

Attenzione! Consiglio di effettuare la configurazione della nostra utenza Facebook da un computer e non da un dispositivo mobile, per avere un controllo semplificato e globale di tutte le impostazioni!

Come avere una doppia identità su Facebook o tenere nascosto il proprio “io”

Il metodo ufficiale è quello che ci fornisce Facebook, ossia modificare le Impostazioni della Privacy, in modo tale da far visualizzare i contenuti che desideriamo solo alle persone che autorizziamo ma vi sono due metodi “artigianali” per mantenere separata l’identità digitale da quella reale.

Registrare un nuovo profilo Facebook

Il metodo più veloce per avere due vite sul Social Network più usato al mondo è quello di registrare differenti profili.

Negli ultimi tempo però la creazione di un nuovo utente è divenuta più difficile, alcune volte viene richiesto un numero di telefono o un documento di identità per verificare l’autenticità della persona. In altri casi Facebook ha richiesto di modificare il nome utente in quanto non corrispondente alla realtà, con tutti i problemi del caso.

Modificare il nome profilo

Un sistema molto utilizzato, per chi non vuole farsi trovare se non dalle persone a cui si dà il riferimento diretto è quello di modificare il proprio nome utente, utilizzandone uno difficile da trovare.

Questo sistema ha però uno svantaggio: nessuno riuscirà a trovarci a meno che non si comunichi l’esatto nick utilizzato.

Il concetto di “gruppo/lista”

Prima di procedere a modificare le impostazioni della privacy è necessario spiegare un concetto basilare su cui si basa tutto il meccanismo di protezione delle informazioni: i gruppi o liste.

Per poter dare il permesso di far visualizzare dei contenuti ad alcuni utenti rispetto ad altri è necessario dividerli in gruppi di livello diverso e con permessi di visualizzazione diversi.

Facebook di default offre alcune liste che sono le seguenti:

  • Solo Io (dove pubblicherai contenuti solo per il tuo ego personale o per conoscenza personale).
  • Familiari (volendo possiamo indicare il grado di parentela).
  • Amici più stretti.
  • Amici.
  • Tutti.
Cosa sono le liste di Amici su #Facebook e come usarle per la propria privacy? Condividi il Tweet

Volendo si possono costruire nuovi gruppi e spostare le persone da una lista ad un altra o aggiungerli in più gruppi.

Come spostare i nostri amici nelle diverse liste

Prima di poter scegliere a quale gruppo far visualizzare le diverse notizie è necessario popolare le diverse liste. Per far questo andiamo nel tab “Amici” dal menù al di sotto della nostra immagine di copertina.

facebook menu amici

Poi per ogni amico della nostra lista andiamo a selezionare in che gruppo inserirlo premendo sul bottone a destra dell’immagine/nome con etichetta Amici.

facebook selezione gruppo

Nel menù a discesa che compare abbiamo qualche voce, ma premendo su “Aggiungi a un’altra lista” possiamo selezionare delle liste diverse per inserire l’utente in un gruppo diverso.

facebook selezione gruppo altre opzioni

Come potete vedere si formeranno alcune liste automatiche (nel mio caso Liceo Scientifico e Area di Torino) in funzione dei dati relativi alla nostra identità forniti a Facebook e delle liste in relazione alle nostre pagine Facebook amministrate (se ne abbiamo, nel mio caso ad esempio Ridopc e Posizionamento SEO).

All’interno di questo menù abbiamo la possibilità di:

  • Creare una nuova lista personalizzata diversa da quelle proposte da Facebook.
  • Aggiungere l’utente ad un gruppo denominato “con restrizioni“. Se lo facciamo Facebook ci avvertirà con un popup (solo la prima volta) che l’utente, fintanto che rimane in questa lista, sarà nostro amico, ma visualizzerà SOLO i post che pubblichiamo come pubblici. Possiamo però impostare meglio cosa vedranno gli utenti con restrizioni, modificando le impostazioni dalla sezione Gestisci i blocchi, che vedremo a seguire in questo articolo.

facebook lista restrizioni

Controllare le impostazioni della privacy

Per incominciare a tutelare il nostro account dalle persone non desiderate incominciamo a scoprire e modificare le impostazioni della Privacy.

Come controllare le impostazioni della #privacy nel nostro profilo utente su #Facebook? Condividi il Tweet

Per farlo, una volta loggati a Facebook, premiamo sull’icona del lucchetto/menù in alto a destra. Si aprirà il seguente menù:

impostazioni privacy facebook

Da questo menù possiamo velocemente modificare le impostazioni relative alla visibilità dei nostri post, pubblicati su Facebook, scegliere chi ci può contattare e come bloccare chi ci infastidisce. Al fondo del menù abbiamo due link che ci permettono di modificare queste impostazioni da un pannello generale e un link di approfondimento su questo argomento.

Facebook: Chi può vedere le mie cose?

facebook visibilita postPremendo su questa voce di menù andiamo ad impostare la visibilità dei nostri post per i diversi gruppi di persone.

Modificando il menù a tendina, sotto alla voce “chi può vedere i miei post futuri?” andiamo a selezionare a chi daremo il permesso di visualizzare i post che andremo a pubblicare a seguito di questa modifica.

facebook visibilità post futuriPremendo sulla voce “Tutti” comparirà un nuovo menù a tendina in cui andremo a selezionare il gruppo a cui concedere la visibilità delle future notizie pubblicate dal nostro account. Le voci in primo piano sono:

  • Tutti (a differenza di quel che vi è scritto nella label le notizie verranno visualizzate da tutte le persone loggate a Facebook).
  • Amici (le notizie verranno visualizzate solo dai nostri amici).
  • Solo io (per mantenere segreti alcuni post).

Premendo sull’ultima voce Altre Opzioni si aprirà un nuovo menù in cui potremo selezionare in maniera più dettagliata questa impostazione:

  • facebook altre opzioni visualizzazione postAmici tranne conoscenti (gli articoli verranno pubblicati visibili per tutti i nostri amici, tranne che per i conoscenti).
  • Personalizzata.
  • Amici più stretti.
  • Familiari.
  • Area di Torino.
  • Conoscenti.

Il Registro Attività

La seconda voce, del menù dedicato alla privacy, ci permette di accedere al Registro Attività.

facebook registro attivita

Questo cruscotto ci mostra tutta la nostra attività sul social network e ci permette, per ogni nostra azione effettuata, di comprendere la visibilità sulla nostra dashboard. Per le richieste di amicizia accettate possiamo intervenire e nascondere/rendere visibile l’attività effettuata, mentre per tutte le altre azioni, come i Mi Piace e i Commenti è possibile eliminarli uno ad uno.

Impostazioni sulla privacy e strumenti

facebook -impostazioni privacy strumenti

Premendo sull’icona del lucchetto/menù in alto a destra e selezionando la voce Vedi altre impostazioni andiamo a definire alcuni comportamenti, necessari alla protezione del nostro account Facebook, in più rispetto a quelli già selezionati. Per modificare le impostazioni dobbiamo premere su Modifica.

Sezione Chi può vedere le mie cose?

In questa sezione possiamo effettuare due azioni che abbiamo già visto precedentemente in questo articolo, ma l’ultima voce, quella dal label “Vuoi limitare il pubblico dei post che hai condiviso con gli amici degli amici o con il pubblico?” ci permette di modificare in massa tutti i nostri vecchi post e riconfigurare la loro visibilità, rendendoli non più pubblici per tutti, ma solo per i nostri amici.

Come nascondere la nostra attività e i nostri contenuti su #Facebook? Condividi il Tweet

Attenzione questa azione NON è reversibile e per poter tornare alla situazione di partenza sarà necessario modificare ogni singolo post!

Sezione Chi può cercarmi?

Da questo paragrafo si possono configurare alcune impostazioni utili a NON farci trovare all’interno di Facebook.

Possiamo quindi scegliere di non farci rintracciare sul Social Network dalle persone che conoscono la nostra mail (quella con cui abbiamo configurato l’account FB) e il numero di telefono associato e, cosa molto importante, possiamo scegliere di non far indicizzare i contenuti pubblici sulla nostra dashboard dai motori di ricerca associandoli al nostro nome utente. Quindi se impostiamo su NO, in corrispondenza della voce “Vuoi che gli altri motori di ricerca rimandino al tuo diario?” sarà più difficile farci trovare da coloro che cercano informazioni su di noi ricercando il nostro nome su un search engine come Google o Bing.

Impostazioni del diario e dei tag

facebook menu impostazioniIn questa sezione, a cui arriviamo premendo sul menù in alto a destra, dall’icona con il lucchetto >> Vedi altre impostazioni e poi dal menù laterale, premendo sulla voce Diario e aggiunta di tag, possiamo impostare le azioni che gli utenti possono fare sulla nostra dashboard e evitare, per il futuro che la gente ci trovi grazie ad un tag, creato da terzi, su una foto e collegato a nome che utilizziamo su Facebook.

A seguire analizziamo le diverse impostazioni per comprendere il loro funzionamento.

facebook impostazioni diario tag

Chi può aggiungere cose sul mio diario?

Da questo paragrafo di impostazioni possiamo scegliere chi può scrivere sulla nostra dashboard e impostando a Solo io possiamo evitare di trovarci contenuti spiacevoli scritti da terzi, ma cosa più importante possiamo scegliere di controllare i tag di terzi, che vengono fatti sulle foto, per indirizzare al nostro profilo. Questa impostazione non ci aiuta a evitare che la gente ci tagghi (e che quindi crei un link al nostro profilo) ma ci permette di controllare QUANDO e COME veniamo taggati, in modo da poter intervenire, nel caso, richiedendone l’eliminazione.

Chi può vedere le cose che sono sul mio diario?

Per rimanere nascosti su Facebook, agli occhi delle persone che non conosciamo, dobbiamo intervenire sulle impostazioni di questa sezione.

Dal link a fianco della voce “Controlla ciò che vedono gli altri sul tuo diario” possiamo vedere come viene visualizzata la nostra pagina da tutti gli utenti, registrati a Facebook, ma che non sono nostri amici. Analizzando ciò che è pubblico e cosa non è pubblico possiamo scegliere cosa oscurare e cosa lasciare alla portata di occhi indiscreti.

Le altre due voci ci permettono di scegliere chi può vedere, sulla tua pagina, i post in cui sei taggato e le notizie pubblicate da terzi.

Come faccio a gestire i tag aggiunti dalle persone e i suggerimenti di tag?

Da questo paragrafo possiamo controllare il comportamento dei tag che puntano al nostro profilo e se modificarli, in modo da aggiungere destinatari (potenziale pubblico) alla propagazione dei tag associati alle foto che ci riguardano.

Gestisci i blocchi

facebook impostazione blocchi

Da questa sezione possiamo gestire i blocchi sugli utenti, le applicazioni e le pagine.

In particolare possiamo:

  • Scegliere cosa vedono gli utenti che inseriamo nella lista con restrizioni (premendo sul link modifica lista).
  • Bloccare determinati utenti. Inserendo il nome di un utente, all’interno di questa sezione lo bloccheremo e non gli consentiremo di vedere più i nostri post (tranne quelli pubblici) e di creare tag associati al nostro profilo, avviare una conversazione con noi o associarci come amico. Bloccare un utente è l’ultima arma che abbiamo nel nostro arsenale ed equivale a entrare in guerra con qualcuno. Il mio consiglio quindi è di usarla come ultima risorsa, in quanto è consigliabile, per mantenere buoni rapporti nella vita reale, tenere come “amico” un conoscente ma con restrizioni elevate in modo che non veda niente di noi senza però che se ne renda conto (e si possa così offendere).
  • Bloccare gli inviti alle applicazioni da parte di quei software, utilizzati dai nostri amici, che continuano ad inviarci messaggi automatici, come le app di giochi installate sugli smartphone.
  • Se una persona ci invita a una moltitudine di eventi, per noi non interessanti e non desiderati, potremo bloccare questa sua facoltà, inserendo il nome all’interno di questa input.
  • Bloccare le applicazioni: a differenza delle notifiche delle applicazioni inviate dai nostri amici in questa sezione possiamo bloccare direttamente i software.
  • Per ultimo possiamo bloccare tutte quelle pagine di cui non vogliamo vedere notizie sulla nostra dashboard.

Modificare la visualizzazione di una notizia già pubblicata

Finalmente arriviamo al nucleo di tutto il nostro lavoro di personalizzazione e protezione del nostro account.

Dopo aver deciso come dividere in liste i nostri utenti andiamo a scegliere quali notizie possono essere viste e da chi, per quelle pubblicate in passato sulla nostra dashboard.

Una volta loggati su Facebook premiamo sul nostro nome, in alto a sinistra nel menù laterale, e visualizziamo la nostra dashboard.

Per ogni nostra notizia, premendo sull’icona a fianco dell data/ora di pubblicazione (di default l’icona ha una forma di mondo) andiamo a scegliere la lista a cui far visualizzare la singola notizia.

facebook impostazione visualizzazione post dashboard

Modificando il pubblico di riferimento nasconderemo il nostro post e lo faremo vedere solo al gruppo di persone da noi deciso.

Modificare la visualizzazione di una nuova notizia

Come per le notizie già create, per i futuri post che andremo a pubblicare, possiamo scegliere a quale lista farli visualizzare.

Prima di pubblicare una nuova notizia sulla nostra dashboard dovremo selezionare la lista a cui farla visualizzare.

facebook-impostazione-visualizzazione nuovo post dashboard

Per far questo, una volta scritto il post, premiamo sul bottone a fianco del tasto pubblica e selezioniamo il pubblico che potrà visualizzare questa nostra nuova notizia.

Nascondere ad occhi indiscreti gli interessi del nostro profilo

Dopo aver modificato le impostazioni alla Privacy è opportuno nascondere i nostri interessi agli occhi delle persone che non vogliamo fare amici.

Come nascondere i nostri interessi su #Facebook agli sguardi indiscreti? Condividi il Tweet

Facebook, per targettizzare meglio le notizie che ci mostra, sponsorizzate e non e per farci relazionare “meglio” con persone a noi simili ci chiede di fornire informazioni sui nostri gusti in fatto di libri, film, musica, etc etc.

Tutte queste informazioni compaiono sulla nostra pagina in box dedicati e molti di questi si possono nascondere, limitando così quello che gli utenti vedono di noi.

gestione blocchi dashboard facebook

Per nascondere un box è sufficiente, dalla dashboard del vostro profilo, premere con il mouse sull’icona della matita in alto a destra in un qualunque box e selezionare la voce Gestisci Sezioni.

Nel popup che compare togliete il segno di spunta a tutti i box che volete nascondere. Consiglio di eliminare quello relativo ai “Mi Piace” che offre informazioni sensibili rispetto ai vostri interessi.

Non tutti i box si possono eliminare e alcuni li dobbiamo forzatamente tenere. Questi sono:

  • Informazioni
  • Amici
  • Foto

In realtà Facebook offre un modo per ottenere queste informazioni. Se accediamo infatti al profilo di una persona, non loggati al Social Network, avremo tutte queste informazioni, che ci vengono nascoste se visualizziamo il profilo con la nostra utenza.

Ridurre la visibilità del box Amici

Il box amici non si può totalmente nascondere, ma possiamo scegliere a chi farlo visualizzare.

Premendo con il simbolo della matita in alto a destra nel box e premendo sulla voce Modifica Privacy possiamo scegliere chi vedrà i nostri amici. Scegliendo Solo Io lo vedremo solo noi (quindi sarà nascosto agli occhi di tutti).

box amici facebook

Eliminare le applicazioni indesiderate che possono recuperare i nostri dati personali.

Per evitare che non solo Facebook e società correlate utilizzino i nostri dati è necessario analizzare, di tanto in tanto, quali applicazioni sono legate al nostro profilo e eliminare quelle inutilizzate o dannose.

menu applicazioni facebookNel corso della nostra navigazione sul web spesso, per registrarci ad alcuni servizi, utilizziamo le credenziali di Facebook e diamo il consenso ad utilizzare i nostri dati, compreso lista di amici e contatti personali e in cambio evitiamo di doverci registrare ad un servizio utilizzando la nostra email. Per vedere a quali applicazioni siamo loggati con Facebook andiamo nel nostro menù di amministrazione (menù > Impostazioni) e premiamo sulla voce Applicazioni, sulla sinistra.

Comparirà una pagina con la lista delle applicazioni a cui siamo registrati, con nome e icona:

facebook applicazioni

Per ognuna possiamo scegliere se eliminarla (tasto a croce in alto a destra nel box relativo all’applicazione, passando il mouse sopra) o modificare le impostazioni.

Modificando le impostazioni possiamo scegliere come questa impostazioni si deve comportare e in particolare se:

  • Avere il permesso di leggere la nostra lista di amici.
  • Conoscere il nostro indirizzo e-mail
  • Inviarci notifiche

Attenzione che modificando alcuni di questi parametri l’applicazione potrebbe smettere di funzionare.

Per vedere tutte le applicazioni a cui siamo registrati premiamo sul link Mostra tutte.

In fondo a questa pagina possiamo poi:

facebook applicazioni opzioni

  • Scegliere se utilizzare le applicazioni in generale o bloccarle tutte.
  • Decidere come si comportano le applicazioni, utilizzate dai nostri amici, e se inviare loro le informazioni che possono ottenere dal nostro profilo (io ad esempio ho bloccato tutto).

Articoli di riferimento

Privacy e Facebook: come blindare il profilo personale
5 (100%) su 4 voti

CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

2 COMMENTI

  1. ciao, ultimamente Facebook sta adottando un comportamento molto pericolo per la privacy, te lo spiego: anche nascondendo la sezione GRUPPI, gli amici visualizzano nella barra di DESTRA le pubblicità ai gruppi suggeriti e nel riquadro del gruppo compare l’immagine dell’amico comune che è parte di quel gruppo suggerito.
    Quindi ogni tanto si vengono a sapere a quali gruppi sono iscritti i nostri amici tramite le pubblicità dei gruppi suggeriti anche se loro hanno deciso di nascondere la sezione gruppi dal proprio profilo.
    Come si risolve questa cosa molto fastidiosa?

    • Bella domanda Mentalcompiler, ad ora non riesco a trovare niente di utile al riguardo, se non domande di utenti simili alla tua a cui mai nessuno a dato una risposta.

LASCIA UN COMMENTO