I plugin di WordPress

0
4649
plugin wordpress

Vediamo in questo articolo, nel dettaglio, i diversi modi per installare un plugin su WordPress. Questa guida è studiata sulla versione 4.3.1 di WP.

Un plugin per #Wordpress estende le funzionalità al #CMS installato sul tuo sito internet Condividi il Tweet

Cos’è un plugin di WordPress

Un plugin è un software scritto in PHP, come del resto tutto il CMS WordPress, che aggiunge o estende le funzionalità del Content Management System.
Le operazioni che si possono aggiungere o modificare sono di tre tipi:

  • Aggiungere funzionalità lato frontend (ad esempio aggiungere un form di contatto, integrare i social, etc.)
  • Aggiungere funzionalità lato backend (esempio: aggiungere i campi dedicati alla SEO, controllare i link interni, gestire i ruoli, etc.)
  • Modificare, sostituire o aggiungere funzionalità al Core di WordPress, in maniera trasparente agli utenti del CMS (controllare i commenti spam, aggiungere i microdati, etc)

Come installare un plugin

Vi sono diverse modalità per aggiungere un plugin a WordPress, ve le propongo in ordine di “difficoltà” partendo da quella meno complessa. Installare un plugin su WordPress è comunque una attività semplice e alla portata di tutti.
Vedremo assieme, in un paragrafo a seguire, come attivare un plugin una volta aggiunto al nostro WP.

Come si installa un #plugin di #Wordpress? Più modalità, ma lo stesso fine, estendere le funzioni. Condividi il Tweet

Prima di installare un plugin consiglio di cercare informazioni in merito, per comprendere alcune informazioni essenziali:

  • La compatibilità con il nostro WordPress
  • Come funziona e se è davvero necessario ai nostri scopi
  • Le recensioni di chi l’ha provato prima di noi

Installazione mediante pannello web

menu pluginMediante il pannello di admin di WordPress possiamo installare un plugin in due diverse modalità.
Per far questo è necessario, una volta loggati all’interno di WordPress, selezionare dal menù di amministrazione a sinistra Plugin > Aggiungi Nuovo.

Utilizzando il repository di WordPress

La modalità più semplice per installare un plugin è quella di utilizzare il pannello fornito da WordPress, dove potremo trovare tutti i plugin caricati sulla directory ufficiale di WordPress. Nel caso di plugin particolari, non presenti sul repository ufficiale di WP dovremo installarli mediante metodi alternativi: caricando un file compresso o via FTP.

Cercare un plugin sul repository

schermata plugin repository

Vi sono tre modi per cercare un plugin all’interno della directory ufficiale di WordPress:

  1. Utilizzare il menù di ricerca e selezionare tra Segnalati, Popolari (quelli più installati dalla comunità di WP), Raccomandati (dove vengono presentati i plugin in funzione di quali plugin hai già installato o che utenti simili a te hanno installato) e Preferiti (se sei registrato a WordPress.org una volta inserito il tuo nome utente vedrai comparire la lista dei plugin che hai selezionato come “Preferiti”)
  2. Ricercare un plugin utilizzando il modulo cerca. Questo è il metodo migliore in quanto presuppone che si abbia ben chiaro in mente quale plugin installare. Scrivi il nome esatto e ti comparirà il plugin che cerchi, ma volendo è possibile scrivere parte del nome e il pannello ti presenterà tutti i plugin che contengono il testo che hai ricercato. Fa attenzione ad essere sicuro che il plugin che stai per installare sia davvero quello che hai cercato e non un plugin simile.
  3. Selezionare un tag e cercare il plugin tra quelli proposti nei risultati
Installare un plugin dalla directory di WordPress

Una volta selezionato nel repository il software che vogliamo installare possiamo procedere all’installazione.

scheda plugin wordpress

Vediamo nel dettaglio le diverse voci della scheda tecnica del plugin:

  1. Icona, nome, breve descrizione e autore del plugin.
  2. Il bottone necessario all’installazione del plugin: se il software è già presente avrà label “Installato” e il bottone non sarà cliccabile, se non ancora installato la label sarà “Installa adesso“.
  3. Maggiori dettagli è un link per poter visualizzare, all’interno del pannello di admin, tutte le informazioni relative al plugin: se presenti avremo notizie di screenshot, faq e consigli sulla configurazione, etc relative al software
  4. I voti degli utenti e il numero delle installazioni, nel mondo, di questo software nei diversi WordPress
  5. L’ultimo aggiornamento del plugin: più la data è recente e più il software è compatibile con le ultime versioni di WP
  6. Compatibilità, con questa label possiamo capire se il software che ci aggingiamo ad installare è compatibile con la versione di WordPress che stiamo utilizzando

Caricare un file compresso

Un modo diverso per installare un plugin, mediante il pannello di admin, è quello di caricare direttamente un file compresso. Questa modalità è necessaria quando vogliamo installare un software non presente nel direcotry ufficiale di WordPress, come ad esempio i plugin PRO acquistati da terzi o da store come Themeforest.

Nel caso avessimo un file .zip dobbiamo:

  1. Dal pannello di admin premiamo su Plugin > Aggiungi nuovo
  2. Un percorso di un click più lungo è quello di premere, dal pannello di admin Plugin > Plugin Installati e dal bottone in alto, a fianco del titolo Plugin premere su “Aggiungi nuovo

carica plugin wordpress

Nella nuova schermata che comparirà premiamo sul bottone Sfoglia, cerchiamo il nostro file .zip e lo carichiamo. Il plugin dopo che verrà caricato si installerà in maniera automatica.

Via FTP

Per installare un plugin sul nostro sito internet wordpress, presente nella directory di wordpress, su uno store esterno o creato da noi è possibile utilizzare il protocollo FTP.
Mediante il nostro client FTP colleghiamoci al nostro server e spostandoci tra le directory carichiamo la cartella (non compressa) del plugin. Il path in cui caricare il nostro software è il seguente: /wp-content/plugin.

Prima di installare un plugin di WordPress: cosa fare

Aggiungere funzionalità al nostro sito internet creato in WordPress alcune volte può creare dei problemi. I più comuni possono essere:

  • Aggiungere troppi plugin potrebbero rallentare il caricamento del sito.
  • Installare un plugin che richiede risorse troppo elevate per il nostro server potrebbe bloccare la visualizzazione del nostro sito internet.
  • Utilizzare un plugin non aggiornato o non compatibile con la nostra versione di WordPress potrebbe bloccare il nostro sito nel peggiore dei casi o non aggiungere la funzionalità desiderata al nostro wordpress, nel migliore delle ipotesi.
  • Installare del software non utile o che aggiunge funzionalità già presenti in altri plugin.
Prima di installare un #plugin di #Wordpress è necessario analizzare bene il software da aggiungere Condividi il Tweet

Controllare la compatibilità di un plugin

Prima di scaricare e installare un plugin è necessario controllare se il software è compatibile con la versione di WordPress che abbiamo installato sul nostro sito internet.
Wordpress si aggiorna periodicamente, chiudendo falle di sicurezza e aggiungendo nuove funzionalità. Questi aggiornamenti richiedono modifiche al codice con cui è scritto il CMS e per questo motivo è necessario che gli sviluppatori aggiornino i plugin per renderli compatibili con le ultime versioni di WP. In alcuni casi, per i plugin più recenti, per poter funzionare il software necessita di una versione di WP aggiornata e per le versioni precedenti non è raccomandata l’installazione del plugin.

Per comprendere se un plugin è compatibile dobbiamo:

  • Comprendere che versione di wordpress abbiamo installato sul nostro sito internet: dalla dashboard dal pannello “In sintesi” possiamo capire il numero di versione.versione wordpress
  • Dal repository ufficiale delle plugin di WordPress ricercare il plugin che vogliamo installare e comprendere se:
    1. Disponiamo della versione necessaria al funzionamento del plugin.compatibilita plugin wordpress
    2. Testare mediante il tool nella pagina se la nostra versione di WP è compatibile con l’ultima versione del plugin.analisi compatibilita plugin wordpress

Nel caso l’ultima versione del software che ci accingiamo ad installare non sia compatibile possiamo provare ad installare una versione precedente, ma a rischio di aprire falle di sicurezza nel nostro sito internet o di non poter utilizzare tutte le funzionalità promesse dalla plugin.

Esaminare le funzionalità

Di plugin per WordPress ve ne sono moltissimi e molti tra di loro fanno le stesse cose, alcuni bene, altri male. Prima di installare nuovo software sarà quindi necessario esaminarne le funzionalità e comprendere se davvero ne abbiamo bisogno o se rischiamo solo di appesantire inutilmente il nostro sito internet.

Per comprendere le funzionalità del plugin vi sono varie strade:

  • Esaminare la guida, nel caso sia stata pubblicata, del plugin.
  • Visualizzare gli screenshot del software.
  • Chiedere in una community, come quella di WordPress Italia, se qualcuno ha già provato il plugin.
  • Chiedere direttamente allo sviluppatore del plugin.
  • Provare il software in locale su un sito web di test (nel mio caso per la maggior parte delle volte utilizzo questo sistema, tranne che per i plugin a pagamento in cui in caso di dubbi chiedo allo sviluppatore)

Analizzare le recensioni

La condivisione delle conoscenze e delle esperienze è un utile strumento per capire se una plugin è necessario al nostro scopo, se ha dei bachi segnalati o incompatibilità conosciute. Tutte le plugin nella directory di wordpress hanno la possibilità di inserire recensioni relative e anche alcuni store, come Themeforest permettono all’utenza di inserire commenti e richieste agli sviluppatori. Se abbiamo dei dubbi diamo una scorsa alle domande di chi ha provato il software prima di noi per comprendere se qualcuno ha già trattato l’argomento su cui vorremmo avere maggiori informazioni. Attenzione però a controllare se i problemi che i diversi utenti lamentano non siano dovuti a scarsa competenza tecnica e non a bug del software.

Aggiornare un plugin di WordPress

Una volta installato un plugin è necessario mantenerlo aggiornato, al fine di:

  • Aggiungere nuove funzionalità allo strumento.
  • Correggere e chiudere eventuali falle di sicurezza. Esempio [1] [2].
  • Mantenere la compatibilità con la versione di WordPress in uso (una volta aggiornato il CMS).
Aggiorna i tuoi #plugin su #Wordpress, il tuo sito sarà al sicuro e al pieno delle sue funzioni Condividi il Tweet

aggiornamento plugin wpWordPress ci avverte quando un plugin, presente nella directory ufficiale, necessita di aggiornamento mediante un icona con un numero cerchiato a fianco della voce plugin, nel menù nel pannello di amministrazione sulla sinistra.

aggiornamento plugin wordpress

Per aggiornare un plugin dal menù di sinistra premiamo su Plugin > Plugin Installati, cerchiamo il plugin da aggiornare, contrassegnato da uno sfondo rosa/rosso e dopo aver compreso se la nuova versione è compatibile con la nostra distribuzione di WordPress, premiamo sul bottone aggiorna.

I plugin di WordPress
5 (100%) su 2 voti

CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

LASCIA UN COMMENTO