Yoast SEO 7: come risolvere il problema degli errori 404 dopo l’aggiornamento

0
2843
yoast seo 7 errore 404

Mi sono appena accorto di un simpatico scherzetto in cui in molti incapperanno a seguito dell’ultimo aggiornamento di Yoast SEO, portando il plugin alla versione 7.X (che in questi giorni come potrete notare viene notificato quotidianamente in dashboard).

Nel dettaglio dal team di Yoast hanno modificato questo utile plugin della SEO aggiungendo alcune funzioni e spostando le impostazioni offerte dallo stesso da una parte ad un’altra.

Nel mio caso, ad esempio, mi son trovato a seguito dell’aggiornamento millemila notifiche di errori 404 in Search Console per contenuto non trovato.

Yoast #SEO 7.X e 404 contenuto non trovato (fate attenzione!) Condividi il Tweet

Ma andiamo per gradi.

Prima informazione: Fate attenzione se aggiornate Yoast a questa versione e dopo controllate che tutto vada a posto, di mio ad esempio preda di altri lavori ho aggiornato un sito (prima di aggiornare tutti gli altri), senza effettivamente controllare. Questo perché il dominio è un sito pilota e perché ho sviluppato dei task quotidiani di controllo. Su un sito di produzione e che genera reddito quando aggiornate controllate che tutto sia a posto!

Attenzione! Di mio ho aggiornato prima alla versione 7.0, poi alla 7.0.1 e infine alla versione 7.0.2 e non so esattamente in quale di queste viene disattivata l’opzione che genera errori 404 a tutto spiano.

ATTENZIONE! ATTENZIONE! ATTENZIONE! Allarme rientrato, la versione 7.0.3 di Yoast non presenta più questo problema, aggiornando a questa release l’impostazione di eliminazione dello slug /category/ dall’url (se impostata) rimane.

Il problema di Yoast SEO 7 a seguito dell’aggiornamento

In sintesi il vero problema (che problema potrebbe non essere) di Yoast SEO 7.X è che a seguito di aggiornamento una impostazione di questo plugin viene portata a quella di fabbrica.

Nel dettaglio quella che permette di togliere lo slug /category/ negli URL di post sotto una determinata tassonomia.

Per spiegare semplicemente:

In un wp classico quando realizzate una categoria tipo: errori SEO (con permalink errori-seo), scrivendo un articolo con URL tipo yoast-seo-7 nativamente l’articolo avrà URL del tipo:

http://www.sito.tld/category/errori-seo/yoast-seo-7/

Che un po’ fa schifo e per questo di mio ho sempre usato una utile funzionalità di Yoast che permette di sviluppare URL di questo tipo

http://www.sito.tld/errori-seo/yoast-seo-7/

Togliendo appunto lo slug /category/

Bene, o meglio male, nella versione 7.X viene disattivata questa opzione, per cui tutti gli url passano da un permalink ad un altro. Simpatico eh!

Naturalmente riguarda SOLO tutti coloro che hanno tolto lo slug category dall’url dalle impostazioni di Yoast e che hanno scelto come struttura permalink la seguente: /%category%/%postname%/ , per chi non l’ha fatto nessun problema durante l’aggiornamento.

Yoast SEO e gli errori 404

Come appena accennato in una conf tipo la mia, inserendo nuovamente il permalink category nell’url l’url cambia (e grazie!) ma senza effettuare un redirect 301 tutti gli url precedentemente indicizzati genereranno un bellissimo 404, contenuto non trovato.

Per la gioia dei vostri utenti e del crawler di Google che incomincerà a pensare che il vostro sito fa proprio schifo (e come dargli torto?).

Come risolvere gli errori 404 causati da Yoast SEO

Questo errore (che errore non è) o problema (si è decisamente un problema) si risolve semplicemente e per farlo è necessario:

  • accorgersi che c’è (beh grazie!)
  • bestemmiare (facoltativo)
  • cercare la maledetta impostazione che HA CAMBIATO DI POSIZIONE!!! ed ora è in SEO > Search Appearance > Tassonomie e in fondo a quel tab vi è la voce Category URLs da impostare a Rimuovi
  • Rigenerare tutti gli url, quindi andare su Impostazioni > Permalink e premere su Salva le modifiche

Perché avviene questo problema a seguito dell’aggiornamento di Yoast

Giustamente in molti si staranno chiedendo: ma quindi in futuro potrebbe ricapitare lo stesso problema? Aggiornando nuovamente il plugin l’impostazione verrà riportata alle condizioni di fabbrica?

In teoria NO e vi spiego perché.

Fondamentalmente tutte le impostazioni di Yoast vengono salvate nel db del vostro sito con una chiave nome variabile / valore.

Immagino (non ho controllato perché non ho tempo per fare una cosa simile) che nello spostare la funzionalità di pagina la variabile che veniva prima utilizzata per l’impostazione relativa al mostrare o meno lo slug /category/ sull’url abbia cambiato nome e che nelle prime versioni dell’aggiornamento di questo plugin (quindi Yoast 7.0.0, 7.0.1 e 7.0.2) non sia stato previsto un check del contenuto della vecchia variabile per impostare la nuova al medesimo valore.

Quindi una volta reimpostata la voce (come da paragrafo precedente) ai nuovi aggiornamenti di Yoast SEO non si ripresenterà l’errore. (ne ho fatto una prova aggiornando Yoast alla versione 7.0.3)

Ulteriori funzionalità tolte in Yoast

Aggiungo altre funzionalità tolte in questo upgrade che sono state fatte notare  dopo aver condiviso il post in un gruppo dedicato a WordPress.

Tolta la possibilità di noindex alle paginazioni (nella versione 6)

Del Rosso Massimiliano mi fa notare che è stata tolta la possibilità di impostare a noindex le paginazioni nelle categorie o nei tag. In realtà diciamocelo una tassonomia paginata andrebbe tutta impostata a index o noindex (sulla base del progetto che sviluppiamo) però… come Massimiliamo fa notare come si fa quando si parla della home page impostata come blog classico e conseguentemente paginata a contenere tutti i post pubblicati sul sito?

Beh in quel caso si potrebbe provare a inserire il seguente codice:

<?php if ( (is_home() || is_front_page() ) && (get_query_var( 'paged' ) || get_query_var( 'page' )) ) { echo '<meta name="robots" content="noindex">'; } ?>

Che va inserito in genere nel file header.php o in uno dei file che generano l’header del vostro sito web, in sostanza prima della chiusura del tag </head>

ATTENZIONE! Non l’ho provato e l’ho scritto di getto senza fare test che non ho tempo di tirare su un sito di test per fare le prove e dato che potrebbe provocare un bell’errore di codice provate ad usare questo snippet di codice solo dopo aver fatto una bella copia di backup del file che andrete a modificare.

Per gli interessati a comprendere perchè da Yoast è stata tolta questa funzionalità vi lascio il comunicato ufficiale tradotto:

Anche la funzione “noindex pagine secondarie” è sparita
Dal momento che Google è diventato molto più bravo a lavorare archivi paginati, abbiamo rimosso la funzionalità che consente di non far indicizzare le sottopagine degli archivi. Secondo Joost de Valk, il ragionamento alla base di questo concetto è semplice: i tag “rel =”next “e rel =”prev” si assicurano che Google rimandi gli utenti alla prima pagina di un archivio impaginato. C’è un problema: in alcuni casi Google invierà le persone a una pagina specifica della paginazione, ma in quel caso (secondo il motore di ricerca n.d.t) quella pagina sarà la migliore corrispondenza per query ricercata. […]

Tolta la possibilità di attivare il metatag kewords (questo in realtà dalla versione 6.0)

Vabbè Google non le considera più da tempo, ma alcuni SEO preferivano inserirle perchè “non si sa mai”. Di mio non so se ne sentirò la mancanza.

Tolta la possibilità di editare la sitemap.xml

Gabriele Rispoli invece ci fa sapere che se nelle versioni precedenti di Yoast vi era una sezione in cui si potevano inserire gli id delle pagine/post/categorie che si voleva escludere dalla sitemap ora in questa versione (ad ora) non è più possibile farlo dall’interfaccia.

Ma attenzione! Se installate una versione di Yoast inferiore alla 7, configurate la sitemap inserendo gli ID delle entità da escludere e aggiornate all’ultima versione di Yoast la sitemap verrà generata senza gli ID esclusi (che come sappiamo è una utile azione da effettuare quando vogliamo risparmiare crawl budget per un sito appena nato).

Questa funzionalità è stata tolta perchè TADAAA!!!! ora quando si va nel metabox di un url (categoria, post, tag e page) selezionando a NO nelle impostazioni “Allow search engines to show this pagina in search results?” in automatico non verrà incluso nella sitemap. Molto fiko e mi toglie un passaggio quando lancio un nuovo sito.

Nel dettaglio vi pasto la risposta che ho trovato sulla pagina ufficiale di facebook di Yoast

Ciao Vahan! Il plugin ora esclude automaticamente dalla sitemap i post che hai selezionato come “to not show in the search results”. Nella schermata di modifica dei tuoi post e delle pagine, puoi definire nella scheda Avanzate del metabox Yoast se vuoi che il post appaia nei risultati di ricerca. Inoltre, puoi anche utilizzare il filtro “wpseo_exclude_from_sitemap_by_post_ids”, sebbene questo sia consigliato solo agli utenti esperti

Ulteriore informazione che può servire a chi lavora con la sitemap di Yoast è che ad oggi il link per recuperarla lo si trova sotto a SEO > Generale > Funzionalità e poi premendo sotto all’icona del ?. Comparirà quindi del testo fra cui un link con ancora See the XML sitemap che punta alla vostra sitemap (da dare in pasto a Google via Search Console).

5 (100%) su 3 voti

CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

LASCIA UN COMMENTO