Plugin WordPress: Popup Maker

8
7497
popup maker cookie

Analizziamo un plugin che ci permette di creare illimitati popup e nel dettaglio uno utile a informare l’utenza sull’uso dei cookie da parte del nostro sito: Popup Maker.

Questo plugin, aggiornato l’ultima volta meno di una settimana fa, è altamente configurabile e personalizzabile sin dalla versione gratuita e i popup che andrà a creare saranno visibili su tutti i dispositivi, compresi quelli mobile.

Utilizzando questo plugin per inserire l’informativa breve per i cookie l’utente sarà costretto a dar il proprio consenso per poter continuare a visionare il sito internet.

Attenzione, dopo aver letto il documento rilasciato dall’associazione dei pubblicisti in concomitanza con il Garante alla Privacy abbiamo aggiornato questo articolo e ci siamo resi conto che questo plugin ha una grossa pecca: non inibisce l’installazione/attivazione dei cookie di terze parti prima che l’utente accetti l’informativa breve.

Tra tutti i plugin provati fino la nostra scelta è ricaduta su questo software per implementare la normativa sui cookie per questo sito internet, ma questo software ha un enorme problema: non inibisce l’installazione dei cookie, offre semplicemente un popup altamente personalizzabile, e per questo non va bene ai fini della normativa sui cookie!

Popup Maker

popup makerUna volta installato e attivato questo plugin comparirà nel menù di sinistra nel nostro pannello di amministrazione del nostro WordPress con una voce dedicata: “Popup Maker“.

Andiamo ad analizzare la sua configurazione nel dettaglio.

All Popup

In questa sezione possiamo vedere tutti i popup che abbiamo creato in precedenza e crearne uno nuovo. Premiamo quindi su Add New a fianco del titolo Popup ( o dal menù laterale) per creare il nostro banner e nella pagina che comparirà inseriamo:

  • Nel campo Popup Name: “cookie” (questo testo non comparirà e serve solo a noi come etichetta per comprendere il contenuto di questo banner).
  • Nel campo popup title: “Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
  • Nell’area testuale inseriamo il contenuto dell’informativa breve, un link all’informativa estesa e spieghiamo all’utenza che se effettueranno un click al di fuori del popup accetteranno l’uso dei cookie. Abbiamo poi preso lo stile utilizzato dal bottone chiudi (associato ad uno span) e lo abbiamo utilizzato per creare un bottone nuovo con label: maggiori informazioni
  • Nel box sulla destra “Targeting Condition” selezioniamo “On Entire Site“, per far comparire il popup in ogni pagina in cui atterrerà l’utenza.
  • Nella sezione Display Setting scegliamo le impostazioni grafiche con cui vogliamo far comparire il popup
  • Nella sezione Close Setting spuntiamo la voce Checking this will cause popup to close when user clicks on overlay per far si che il popup si chiuda una volta che l’utenza clicca al di fuori del banner.
  • In auto open settings spuntiamo la voce: Checking this will cause popup to open automatically, per far aprire il popup automaticamente, impostiamo il tempo che regola l’apertura (Delay) del banner a 0 ms, impostiamo che il cookie che memorizza la scelta dell’utente (cookie trigger) nel non fare aprire il popup venga creato quando il popup viene chiuso e che il cookie che contiene questa impostazione duri 1 anno (1 year).
  • Possiamo ancora scegliere, ma sono impostazioni non utili al nostro fine di utilizzare questo plugin per far comparire un banner con l’informativa breve per i cookies: autore, categoria/tag di popup e aggiungere un selettore css nel caso volessimo personalizzare ulteriormente a livello gragico il nostro popup
  • Al fondo di questa pagina possiamo attivare una modalità di debug nel caso il nostro popup non funzionasse a dovere.
esempio popupmaker
Esempio di funzionamento del plugin

Categories / Tags

In queste sezioni possiamo impostare delle categorie o dei tag dal funzionamento identico a quello di WordPress, ma dedicate solamente ai popup. Come già spiegato in questo esempio non creiamo delle categorie/tag dedicate in quanto utilizzeremo un solo popup.

Theme

La peculiarità di Popup Maker è l’alta personalizzazione del tema grafico con cui il nostro popup compare.

In questa sezione possiamo impostare fin nei minimi dettagli l’aspetto del nostro popup e le animazioni di come compare o scompare.

Nella versione gratuita che abbiamo testato è possibile personalizzare un solo tema grafico, nella versione a pagamento è possibile averne più di uno e scegliere, tra i diversi popup, quale far comparire.

Una anteprima delle modifiche all’aspetto grafico, che andiamo ad apportare, la potremo visualizzare nel box in alto a destra in questa pagina.

Partendo dalle impostazioni di default abbiamo effettuato le seguenti modifiche per ottenere un popup che soddisfi i nostri desideri:

Overlay settings

In questa sezione possiamo impostare come viene visualizzato il sito internet quando compare il popup e prima che l’utente effettui l’azione che lo faccia scomparire (e nel nostro esempio accettare i cookie installati dal sito internet).

Abbiamo selezionato un colore nero per lo sfondo (#000000) e una opacità al 33%.

Container Settings

Abbiamo diminuito il padding del contenuto nel popup portandolo a 9 px, lasciato il bianco (#FFFFFF) come colore dello sfondo, impostato la trasparenza al 90% e dato un bordo arrotondato (Radius) al popup di 15 px. Le impostazioni delle ombre le abbiamo lasciate ai valori di default.

Title Settings

Possiamo impostare gli stili con cui compare il titolo nel nostro popup, nel nostro caso abbiamo diminuito il font e l’interlinea, lasciando come colore il grigio del testo e facendo utilizzare al titolo la stessa famiglia di font del nostro tema. I valori di impostazione delle ombre li abbiamo lasciati ai valori di default.

Content Settings

In questa sezione possiamo semplicemente scegliere il colore del font del contenuto e la famiglia di Font con cui farlo visualizzare.

Close settings

Il bottone con cui far chiudere il popup (ma se avete seguito questa guida l’utenza potrà chiudere il banner anche con un click al di fuori del popup) è altamente personalizzabile e in questa sezione possiamo deciderne l’aspetto grafico.

In Text scegliamo il suo contenuto (chiudi), il padding del testo all’interno del bottone e dove deve essere posizionato all’interno del banner.

Nella sezione Position impostiamo, in funzione di dove abbiamo scelto di far comparire il nostro bottone, la distanza dai bordi del banner.

In Font impostiamo colore, dimensione, interlinea e famiglia dei Font per il bottone di chiusura e in background il colore di sfondo e l’opacità.

Nella sezione border impostiamo il valore di smussatura degli angoli del bottone e lo stile del bordo, mentre in Drop/Text Shadow impostiamo i valori delle ombre.

Settings

Questa sezione si divide in tre sottosezioni che possiamo configurare interagendo nei tab in alto

General

Possiamo impostare il supporto per i custom post e se vogliamo mostrare un link di riferimento all’azienda che ha creato la plugin.

Nel nostro caso abbiamo lasciato i valori a quelli standard.

Assets

Se il nostro tema effettua una chiamata ai Google Font che utilizziamo nel testo possiamo possiamo spuntare questa scelta e velocizzare così il caricamento del javascript di creazione del banner. Noi abbiamo spuntato questa voce.

Misc

Se spuntata questa voce possiamo rendere compatibili fra loro le classi eModal aggiunte al nostro sito.

Tools/Extensions

La prima sezione offre la possibilità di effettuare un import dei dati da Easy Modal v2, nella sezione Extension possiamo acquistare delle funzionalità suppletive per questa plugin.

Help

Alcune informazioni su come richiamare l’apertura del popup nei nostri contenuti mediante link, bottone o immagine.

Conclusioni

Pur se nata per un fine diverso (creare popup con Wodrpress) questa plugin potrebbe risultare utile ai fini della normativa dei cookie per un sito internet che ha proprietari solo cookie tecnici o di analytics (la maggioranza dei siti internet).

La compatibilità con le ultime versioni di WordPress e con i dispositivi mobile ci potrebbe far consigliare questo plugin, ma visto che NON inibisce l’installazione dei cookie non è una buona scelta ai fini della normativa sui cookie nel caso di di siti internet che hanno cookie di terze parti e/o di profilazione e per siti web che ricadono in questi ultimi casi ricordiamo che è necessario, oltre a bloccare l’installazione dei cookie prima che l’utente accetti la loro installazione/uso, creare una pagina con l’informativa estesa in cui inserire i link da cui far disabilitare i cookie di terze parti e di profilazione di servizi di terzi.

Vota questo articolo

FonteScarica Popup Maker
CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

8 COMMENTI

  1. Complimenti per l’articolo, ma una particolare che non ho compreso bene. Questo plugin non blocca l’installazione dei cookie sopratutto quelli di profilazione, prima applichi la sua scelta. Quindi va bene solo per i siti che non trattano i cookie di profilazione?

    • Grazie Giacomo! Si hai compreso bene, questo plugin non funziona per siti che utilizzano cookie di profilazione e/o di terzi! Ora Abbiamo aggiornato questo articolo per rendere più esplicito questo concetto e torniamo alla ricerca di un plugin che sia davvero completo ai fini della normativa per i cookie Italiana.

  2. Ma per i cookie di terze parti, si può ovviare inserendo il link nell’informativa estesa che porta ai vari siti esterni tipo: Google, Facebook per disattivare i cookie.

    • In teoria si, però il documento rilasciato dall’associazione di pubblicisti in collaborazione con il Garante, di cui parliamo in questo articolo, dice così:
      “tramite lo script (con script intendono quello del software necessario a creare l’informativa breve, ndr):
      – rilascio dei cookie tecnici,
      – blocco dei cookie di terza parte e delle parti di codice di terzi che potrebbero rilasciare cookie;
      – alternativamente al suindicato blocco, rilascio dei cookie che non profilano l’utente se non a seguito del consenso di quest’ultimo;”
      Insomma per noi non è ancora chiaro questo passaggio e aspetto quanto prima maggiori informazioni a seguito di contatto diretto con il garante, perchè bloccare cookie di terze parti e poi attivarli a seguito di consenso dell’utente richiede una implementazione particolarmente lunga.

  3. E’ possibile inserire all’interno di questo popup l’invito a iscriversi alla pagina Facebook del sito?
    Se si, come?

    • Ciao Fabio, per invitare a iscriversi alla pagina Facebook puoi inserire un link alla stessa nel pop-up, magari graficandolo con qualche icona, ma se guardi bene plugin utili a questa tua necessità su WordPress ve ne sono diversi, come ad esempio Facebook popup like box (mai testato).

  4. Ciao,e grazie per la completezza della tua guida.
    sto cercando di creare un pop up temporizzato per invitare a contattarmi qualora non vengano reperite le informazioni cercate,ma non riesco a fare in modo che una volta chiuso,non si ripresenti all’apertura di ogni pagina.
    Come posso fare per ottenere che l’utente non se lo ritrovi proposto in continuazione?
    grazie infinite

    • Ciao Matteo,

      questo plugin non va bene per le tue esigenze e ti consiglierei di cercarne un altro che installi un cookie persistente una volta chiuso, effettuando delle prove tra quelli a disposizione nella directory di WordPress. Mi spiace, ma non avendo mai avuto la necessità di effettuare una azione del genere non saprei cosa consigliarti.

LASCIA UN COMMENTO