16/10/2016 Search Engine Intelligence 5718
Google si prepara a creare un nuovo indice per i siti mobile

Gary Illies, analista di Google, avverte: presto Google potrebbe realizzare un nuovo indice, in cui impostare l'ordine con cui vengono mostrati i siti sulla SERP del motore di ricerca solamente dedicata ai siti mobile.

A distanza di qualche mese #Google potrebbe implementare un indice dedicato per i siti #mobile Condividi il Tweet

Come vengono indicizzati ad oggi i siti mobile

Ad oggi Google scansiona i siti web presenti su internet e li inserisce all'interno di un unico indice, tendenzialmente quello utilizzato per le ricerche effettuate mediante un computer desktop, per poi, dopo aver "letto" i siti mediante uno user-agent impostato come device mobile e della conseguente analisi di usabilità, andare a effettuare le modifiche delle posizioni sulla SERP dei diversi siti per le ricerche effettuate da device mobile.

Google e il possibile indice per i siti mobile

La notizia, trapelata durante un discorso di Gary Illies al Pubcon di Las Vegas, non fornisce informazioni specifiche se non che:

  • in futuro Google potrebbe elaborare un nuovo indice mobile, dedicato a tutti coloro che effettuano ricerche da device come smartphone e tablet;
  • l'indice mobile sarà separato da quello desktop;
  • l'indice desktop non vedrà sostanziali cambiamenti alle posizioni dei siti quando il nuovo indice mobile verrà lanciato;
  • conseguentemente l'indice mobile potrebbe avere decise differenze tra quello desktop;
  • il nuovo indice mobile verrà lanciato nell'arco dei prossimi mesi (non anni eh!, ma mesi);
  • Google sta già sperimentando questa idea da tempo, per cui sembra che la notizia sia attendibile;

Questa nuova indiscrezione è una notizia molto importante e se sei un Consulente SEO devi fare attenzione, rimanendo aggiornato sull'argomento, in quanto l'introduzione del nuovo indice per i device mobile potrebbe davvero essere un vero Mobilegeddom, a differenza dei due momenti segnalati da Google, quello di aprile 2015 e quello di maggio 2016, che per la maggior parte dei casi non hanno portato sostanziali risultati.

L'user-agent mobile del motore di ricerca Google

Ricordo che una effettiva notizia, relativa al posizionamento dei siti mobile, è quella relativa alla modifica dello user-agent utilizzato da Google per leggere i siti simulando di essere un device mobile, per comprendere come vengono visualizzati su smartphone e nel caso comprendere se penalizzare a causa della scarsa usabilità il risultato.

Il 18 aprile 2016 lo user-agent Mobile di Google si è trasformato da Apple a Android e per i ragguagli tecnici e per conoscere nel dettaglio le specifiche del nuovo user-agent di Google, per il mobile, vi rimando all'articolo che scrissi tempo fa.

Condividi:
pino

Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL.
Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale.
Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Approfondimenti correlati
Scopri di piùLeggi di piùScopri di più

Ricerche correlate: Google effettua esperimenti di stile

Ieri Alessio mi ha fatto notare che il motore di ricerca Google sta effettuando delle prove sulla SERP, modificando l'aspetto…

Scopri di piùLeggi di piùScopri di più

Immagini featured nella SERP mobile per query informazionali

In questi giorni Alessio, mi ha fatto notare come lui e altri consulenti SEO abbiano riscontrato delle immagini associate agli…

Scopri di piùLeggi di piùScopri di più

Google: aggiornamento in SERP per query competitive e ricerche locali

Da fine agosto (di mio me ne sono accorto a partire dai primi di settembre) Google ha effettuato un drastico…

Scopri di piùLeggi di piùScopri di più

Come funziona un motore di ricerca

Si stima che nel World Wide Web sono presenti più di 10 miliardi di pagine. Un’immensità d’informazioni, potenzialmente infinite, dove…

Scopri di piùLeggi di piùScopri di più

AMP, le pagine “accelerate” tra i risultati di ricerca di Google

Abbiamo visto in passato sulle pagine di questo sito cos'è AMP, come configurarlo su Wordpress e come compaiono i risultati…

Scopri di piùLeggi di piùScopri di più

Link-building: una attività (ancora) fondamentale nella SEO

Pur se gli ingegneri di Google ci dicono che la link-building diverrà sempre meno un fattore di ranking, a fronte…