Siti web, cosa sono

0
1151
siti web

Spesso parliamo di siti internet, ma proviamo a vedere nel dettaglio cosa sono i siti web. Proverò a spiegarlo per gradi, con definizioni sempre più evolute, a cui collegherò l’analisi dei diversi termini utilizzati.

I siti web sono dei libri digitali

Un sito internet è come un libro che raccoglie contenuti di diverso genere e all’interno è possibile trovare immagini di illustrazione, e in quanto prodotto multimediale, video, audio e animazioni.
Le diverse pagine dei siti web sono collegate fra di loro mediante diversi indici, definiti menù di navigazione. All’interno di ogni articolo possiamo trovare dei riferimenti agli altri articoli, definiti link.

Un sito web è un libro digitale, il suo menù è l'indice Condividi il Tweet

Un sito internet è un concessionario di automobili

La definizione di libro digitale è riduttivo per un sito web, in quanto i contenuti che possiamo trovare all’interno, se organizzati bene in sezioni tematiche definite categorie, possono andare a formare le diverse stanze per marche di automobili di una concessionaria di automobili, più o meno grossa.
Possiamo ricercare le auto nel concessionario virtuale racchiuso in un sito grazie a diversi strumenti, come gli autori e i tag (le schede tecniche relative alle automobili nell’archivio) e alle finestre di ricerca (metafora del consiglio dell’agente di vendita).
All’ingresso del nostro sito concessionario online troviamo le nuove auto in evidenza, le novità e le offerte: lo slideshow.

Cosa sono i siti web: la tecnica

Un sito è una raccolta di file, interpretabili da un software definito browser, legati fra di loro con dei link. Questi file (testuali e multimediali) sono presenti su un server, ossia su un computer sempre acceso, collegato alla rete internet e accessibile da chiunque.
Un server ha un indirizzo ip associato, ma per rendere più facile l’accesso dalle persone non tecniche è possibile far puntare uno o più domini allo spazio web o host che risiede sul server.
Un dominio è un nome per un sito internet, nel formato NOME + TLP (top level domain o estensione del dominio). Un esempio di dominio è l’indirizzo posizionamento-seo . com. Il dominio si rinnova annualmente e nel caso è possibile “prenotarlo” per più di un anno. Il proprietario di un dominio, una volta che questo sarà scaduto, ha ancora 15 giorni di tempo per rinnovarlo prima che sia considerato libero e quindi rivenduto.
Il linguaggio con cui si creano i siti web è di tipo strutturale e statico. Questo linguaggio è l’HTML, evoluto negli ultimi anni da HTML4 a HTML5 introducendo dei tag dedicati alla semantica e alla visualizzazione delle pagine su diversi device.
Per modificare l’aspetto dei tag HTML5 è possibile utilizzare degli stili personalizzabili a piacere, definiti CSS (Cascading Style Sheets o fogli di stile). I CSS si sono evoluti nel corso degli anni e ad oggi siamo alla versione CSS3 in cui, come per l’HTML5, sono stati introdotti stili dedicati all’ottimizzazione della visualizzazione del sito web su dispositivi mobile.
Un sito web scritto in HTML5 e CSS3 è di tipo statico, ossia i contenuti non sono mutabili al variare dell’interazione dell’utente e nel tempo.

Per modificare i contenuti dei siti web vi sono due strade:

  • Modificarli quando vengono richiesti al server.
  • Elaborare i dati sul browser dell’utente.

Vediamo nel dettaglio come funziona una pagina web dinamica.

Il sito web lato server

sito web lato server

Utilizzando un linguaggio di programmazione lato server come il PHP, l’ASP o il JSP possiamo interrogare un database di dati, estraendo le informazioni richieste dall’utente. Oltre a fornire informazioni mediante la programmazione possiamo scrivere dei dati sul database, per riutilizzarli nel tempo.

Oltre all’interrogazione del database possiamo rendere interattive le nostre pagine grazie all’ausilio di form per l’immissione di dati.

Le caratteristiche di una richiesta client – server sono le seguenti:

  • l’elaborazione dei dati avviene sul server, per cui con una potenza di calcolo costante e definita dall’hardware dell’host.
  • uno script lato server è più leggero da interpretare e richiede meno risorse per poter funzionare.
  • la pagina si ricaricherà completamente, per cui è possibile modificare completamente il suo aspetto.
  • vi è più sicurezza nello scambio dei dati.
  • è richiesta una connessione internet funzionante per eseguire lo scambio di dati dal client (browser dell’utente) e il server (sito web).
Analizziamo il funzionamento del linguaggio di programmazione lato server Condividi il Tweet

I siti web lato client

sito web lato client

Grazie alla programmazione Javascript possiamo eseguire dei dinamismi direttamente sul browser dell’utente, senza effettuare una connessione con il server.

Questo permette di creare delle animazioni o elaborazioni dei dati in tempo reale, rendendo i siti web più belli grazie a degli effetti grafici o fornendo informazioni “in divenire” a seconda delle scelte degli utenti.

Le caratteristiche di una richiesta client – client sono:

  • l’elaborazione dei dati avviene sul browser e quindi sul device dell’utente, per cui l’interpretazione della pagina varia in funzione della potenza hardware del device utilizzato.
  • uno script lato client è più macchinoso e pesante e richiede, a parità di azione, più risorse di quello lato server.
  • possiamo elaborare solo una parte di pagina, senza modificare in toto l’aspetto di una pagina, in modo da creare animazioni solo per determinati elementi.
  • a seguito di connessione internet non funzionante la pagina si continuerà a visualizzare correttamente, tranne per le sezioni che richiedono uno scambio dati con il database presente sul sito online.
Il linguaggio #javascript ci permette di intervenire sul nostro sito direttamente dal browser Condividi il Tweet
preventivo siti internet

La realizzazione di siti web

L’attività di realizzazione siti web a Torino richiede competenza e esperienza, in modo da produrre un portale o sito vetrina al passo con i tempi e con le nuove tecnologie e che sia usabile e ergonomico nei confronti dell’utenza.

Per far questo è necessario progettare il sito internet con attenzione e studiando i dettagli in modo da creare un sito che soddisfi le esigenze del cliente.

Siti web, cosa sono
5 (100%) su 1 voti

CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

LASCIA UN COMMENTO