Il motore di ricerca Bing cos’è?

0
4493
bing motore ricerca

Per effettuare le proprie ricerche online si hanno ormai a disposizione una vasta gamma di servizi, alcuni più noti di altri. Tra i motori di ricerca più famosi vi è sicuramente Bing, in diretta concorrenza con i più rinomati web-tool per l’indicizzazione dei contenuti.

In particolare se sei un consulente SEO, che effettua attività per siti internazionali, è opportuno conoscere e sfruttare le meccaniche che governano questo search engine, in quanto ha percentuali di utilizzo molto più elevate rispetto al suolo italiano.

La storia di Bing

Lorenzo ThioneSi tratta di un sistema di proprietà di un grosso colosso, già noto per la produzione dei sistemi operativi per computer: la Microsoft. L’azienda, una volta abbandonato il progetto di Windows Live Search al quale lavorava ormai da anni, ha deciso di partire da zero con un’esperienza del tutto nuova, per rendersi parte attiva nella competizione che riguarda i motori di ricerca. Bing viene così lanciato nel 2009 per dare del filo da torcere ai più affermati Google e Yahoo!.

Benché venga associato alla Microsoft, questo motore di ricerca ha un’impronta tutta italiana; il suo ideatore, Lorenzo Thione, ha iniziato a lavoraci nella sua azienda Powerset, con sede in California, insieme ad altri due soci. Il progetto, interessante sin dal principio, è giunto a una svolta definitiva con l’acquisto della Powerset da parte della Microsoft, ma continua a vedere Thione a capo del team di sviluppo. Nato nella Silicon Valley, il 1° giugno del 2009 Bing è entrato nei computer di tutto il mondo, rendendosi da subito interessante, sia graficamente che tecnicamente.

L’aspetto e il nome di Bing

ricerca bingIl nome del servizio è stato infatti scelto per essere onomatopeico e riportare l’utente al suono di una lampadina che si accende quando si trova la soluzione ad un problema (in italiano “bingo!”).
Tra le sue particolarità grafiche risalta anche l’immagine di sfondo, che cambia quotidianamente; inoltre tramite le frecce direzionali poste sul portale si possono scorrere le immagini di sfondo dei giorni precedenti, in modo da rivedere quelle più suggestive per l’utente.

Qual è la storia di #Bing il motore di ricerca della #Microsoft? Condividi il Tweet

Quali sono le funzioni di Bing?

Questo motore di ricerca, senza necessità di iscrizione al portale, consente di effettuare, da qualsiasi dispositivo connesso a internet, ricerche testuali, video, notizie, traduzioni, immagini e mappe stradali con pochi clic ed una tastiera. Si può infatti calcolare un itinerario di viaggio sfruttando la vista 3D, quella satellitare o monitorare una determinata area. Allo stesso modo Bing offre agli utenti la possibilità di controllare, grazie al Bing Webmaster Tool, qual è lo stato di indicizzazione del proprio sito internet sul motore di ricerca della Microsoft; un servizio piuttosto importante per chi usa la rete come strumento per far decollare il proprio business. Inoltre il servizio “local” consente di trovare le migliori offerte per alberghi e voli in tutto il mondo, un valido aiuto per ottimizzare i tempi nell’organizzare il proprio viaggio. È possibile, poi, trovare ulteriori news restringendo la cerchia ai contenuti di Twitter e di Wikipedia o beneficiare del webmaster center, delle aree dedicate all’advertising, al developer center e alle community (blog e forum).

I punti di forza di Bing

I punti di forza di questo motore di ricerca, che di base offre le stesse features degli altri search-tool in rete, sono vari. Il primo riguarda la ricerca delle immagini, che si effettua avvalendosi di filtri piuttosto efficienti, studiati per ottimizzare l’indicizzazione in base alla dimensione, alla data, al colore ed alla tipologia. Ad esempio è possibile trovare volti in primo piano, a mezzo busto o a figura intera.

Per quanto riguarda invece la funzione video, anche in questo caso le novità sono varie; durante la ricerca ci si può avvalere di filtri che limitano il campo alla durata, alla fonte ed alla qualità grafica. Si tratta di un modo per circoscrivere la ricerca difficilmente reperibile negli altri motori di ricerca, ma piuttosto utile quando si cerca qualcosa di ben definito, in maniera tale da non perdersi nei meandri dei risultati di ricerca.

Così come altri search engine, anche Bing ha creato un sistema di servizi integrati, per favorire l’utilizzo dei prodotti Microsoft senza dover chiudere il browser; ciò contribuisce a rendere più intensa ed agevole l’esperienza di navigazione in rete. Dal portale si può infatti accedere in tutta semplicità ai web-service del pacchetto office quali Word, Power Point, Excel, ai servizi di gestione delle attività come il calendario e one note ed, infine, all’utility di storage One Drive. Inoltre il sistema operativo Windows 8 per smartphone, dispone di una funzionalità “mobile” definita Cortana, che fornisce assistenza vocale nella ricerca di contenuti sul web, prendendo i risultati direttamente dal sistema Bing, oltre ad assistere nell’uso delle funzionalità del device.

Questo search-tool è in grado di trovare qualsiasi contenuto in pochi istanti, grazie ad elaborati processi di “crawler” e “scheduler” tramite i quali si ottengono dei risultati di ricerca con una risposta quantificabile in frazioni di secondo.

Quali sono le funzionalità di #Bing, il motore di ricerca della #Microsoft? Condividi il Tweet

 

Il motore di ricerca Bing cos’è?
4.5 (90%) su 2 voti

CONDIVIDI
Lo Stagista collabora saltuariamente con www.posizionamento-seo.com facendosi le ossa nel campo del web marketing. Ad oggi non si sente ancora pienamente pronto e per questo continua a studiare e ad accrescere le proprie competenze.

LASCIA UN COMMENTO