Yost SEO: aggiornamento alla versione 3.3.X

0
915
Yoast SEO 3.3.0

Ieri, 14 giugno 2016, Yoast SEO si è aggiornato alla versione 3.3.0 e oramai come consuetudine, da un anno a questa parte qui su posizionamento-seo, analizziamo il changelog per comprendere cosa è cambiato e se vi sono problemi a seguito dell’update.

Yoast #SEO si aggiorna alla versione 3.3 modificando le notifiche e l'analisi del contenuto Condividi il Tweet

Questo nuovo aggiornamento per poter funzionare senza incompatibilità richiede WordPress 4.3 o superiore ed è compatibile fino all’ultima versione di WordPress, la 4.5. Non installate questa versione di Yoast SEO su siti con WP a versioni inferiori alla 4.3 o noterete alcune incompatibilità a causa della rimozione di una funzione di cui parlo in un paragrafo più sotto.

L’aggiornamento più interessante, ad una prima disanima di questo plugin SEO per WordPress, è il forte miglioramento del design e dell’usabilità relativo alle notifiche di errore e avvertimento da parte di Yoast.

Una altra corposta modifica è relativa alla Meta Box, dove ora è possibile recuperare informazioni automatiche relative alla SEO on-page del post che vogliamo pubblicare e, in un tab dedicato a seguito di analisi automatica del contenuto che ci accingiamo a inserire.

Ma andiamo per gradi ad analizzare i diversi aggiornamenti.

La dashboard e le notifiche di Yoast SEO

La nuova dashboard di Yoast ci segnala tutte le notifiche relative ai problemi e ai miglioramenti segnalati dallo strumento.

Non appena aggiornarete questo plugin vi renderete conto di come funziona questo nuovo strumento. Dirigendoci alla bacheca di Yoast, ex generale, (dal menù laterale di amministrazione SEO >> Bacheca) vedremo subito come si comportano le notifiche.

dashboard Yoast SEOI box, come da immagini, sono due: uno dedicato ai problemi e l’altro ai miglioramenti apportati dal plugin. Per ogni notifica possiamo poi scegliere se continuare a vederla nei diversi menù o silenziarla (ma continuerà ad essere presente nella dashboard).

Per rendere silente le notifiche è sufficiente premere sull’icona a forna di X a fianco della notifica che vogliamo “spegnere”. L’icona cambierà a forma di occhio sbarrato e non vedremo più avvertimenti.
notifiche dashboard yoast

Le notifiche nel menù

notifiche menu yoastCome accennato poco prima ogni qual volta riceveremo un nuovo avvertimento da parte di Yoast essa verrà notificata sul menù. Per agganciarci all’esempio precedente possiamo vedere che il messaggio pubblicato tra i miglioramenti, prima di essere silenziato, ci compare sotto forma di notifica sul menù di amministrazione laterale, in corrispondenza della voce SEO (che racchiude le pagine di configurazione di Yoast) e in alto sul menù veloce in corrispondenza del logo di Yoast.
notifiche menu veloce yoast

Il nuovo Meta Box: analisi seo on-page VS contenuto

Una modifica di cui potevamo fare a meno, è all’interno del Meta Box, dove l’analisi automatica della nostra pagina viene divista in due sezioni:

yoast seo meta boxPer passare da una sezione all’altra, dopo aver premuto sull’icona a forma di semaforo sulla sinistra del Meta Box, selezioniamo il tab “Contenuto” dove possiamo comprendere che… per la lingua italiana ad oggi questa funzionalità è altamente inutile per diversi motivi:

  • analizza il contenuto su logica e ortografica inglese;
  • esamina il contenuto automaticamente e diciamocelo lo stile creativo NON si può analizzare automaticamente, per cui potremo avere un testo redatto splendidamente, persuasivo, accattivante e ad alto tasso di conversione a cui viene assegnato un semaforo rosso perchè l’algoritmo non riesce ad elaborarlo;

yoast seo meta box contenuto
Esaminando nel dettaglio la nuova analisi del contenuto di Yoast possiamo notare che a fianco di alcune voci possiamo attivare l’evidenziazione del contenuto per attivare i suggerimenti, a seguito di evidenziazione del testo, al fine di “migliorarlo”.

Modifica articolo ‹ Posizionamento SEO — WordPress.htm

Una volta premuta l’icona dell’occhio essa si evidenzierà di viola e conseguentemente si evidenzierà il testo relativo alla voce analizzata.

analisi automatica contenutoATTENZIONE! come accennato questa analisi è frutto di algoritmi e sicuramente potrebbe penalizzare la creatività dei nostri testi, ricordiamoci sempre che gli obiettivi del nostro sito sono due:

  • rendere visibili i contenuti (e un piccolo aiuto potrebbe venire dall’analisi automatica del contenuto);
  • migliorare i nostri testi per raggiungere i nostri obiettivi (lead, fruizione degli stessi, o altro) e in questo caso seguire i consigli di una analisi automatica potrebbe penalizzare moltissimo la creativita;

Per cui in sintesi questa analisi secondo il mio parere va utilizzata ANCOR di meno che l’analisi relativa alla SEO on-page del nostro contenuto.

Rimuovere l’analisi del contenuto

disabilitare analisi contenuti

Nell’aggiornamento alla versione 3.3.2 di Yoast è stato aggiunto un nuova sezione, all’interno di SEO >> Titoli & Metadati >> Generale per disabilitare il tab presente nel Meta Box per effettuare l’analisi automatica del contenuto. Questa impostazione è utile per i siti non in lingua inglese, dove l’esame automatico del testo non funziona al meglio.

I nuovi semafori di Yoast SEO

nuovo semaforo yoastA seguito di questa divisione tra analisi della SEO on-page e di quella dedicata al contenuto ora i semafori di Yoast sono diventati due e l’icona è cambiata.

Li troviamo, come sempre, nel widget dedicato alla pubblicazione del nostro contenuto e da icona semaforica si è passati a icona proprietara di Yoast. Uno è dedicato all’analisi del contenuto, con label “contenuto” e l’altra all’analisi on-page, con label SEO. seo not availableQuest’ultima per essere attiva richiede l’inserimento di una keyword focale su cui effettuare l’analisi, altrimenti il plugin ci darà un messaggio del tipo Not available.

La metafora dei colori è sempre quella del semaforo: rosso errore, arancione allerta, verde tutto bene.

I miglioramenti di Yoast SEO alla versione 3.3.0

Vediamo velocemente alcuni dei “miglioramenti” della versione 3.3.0 di Yoast:

  • aggiunta l’analisi degli alt tag mancanti alle immagini nell’analisi automatica presente nel Meta Box;
  • la sitemap.xml generata da Yoast ora è limitata a 50.000 URL, come da raccomandazioni di Google;
  • ottimizzata la cache del sito relativa alla sitemap;
  • migliorata l’accessibilità dei radio button relativi ai separatori del titolo (SEO > Titoli & Metadati);
  • il semaforo di Yoast si aggiorna automaticamente e in tempo reale mentre editiamo il contenuto;
  • spostata l’icona delle impostazioni dei social per un singolo contenuto, nel Meta Box, a seguire l’icona di configurazione;

Gli errori corretti in Yoast SEO

Nella nuova versione di Yoast sono poi stati corretti alcuni bug. Per comprendere quali sono stati corretti vi rimando al changelog relativo allo sviluppo di questa plugin. Di mio posso dire che dopo aver testato questo aggiornamento su alcuni siti, con installata l’ultima versione di WordPress, ho riscontrato che non vi sono particolari problemi nel suo funzionamento.

Le funzionalità rimosse

Con l’aggiornamento alla versione 3.3.0 di Yoast sono state rimosse alcune funzionalità, di cui in effetti non sentiremo la mancanza:

  • rimossa la configurazione di Alexa (SEO > Generale > Strumenti per webmaster);
  • non è più possibile ordinare gli articoli secondo l’indice di qualità definito automaticamente da Yoast, premendo direttamente sulla colonna dello score, ma solamente utilizzando il filtro nella select a discesa;
  • rimossa la funzionalità di ricalcolo globale, ai fini della valutazione automatica di Yoast SEO;
  • eliminato json_encode necessario solamente in versioni obsolete di WordPress;

I precedenti aggiornamenti di Yoast SEO

Yost SEO: aggiornamento alla versione 3.3.X
4.5 (90%) su 2 voti

CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

LASCIA UN COMMENTO