Yoast SEO: ottimizzare le tassonomie

0
2340
yoast seo tassonomie

Una delle peculiarità di Yoast SEO, plugin per WordPress utilizzato per migliorare il posizionamento di un sito internet, è di offrire la possibilità di ottimizzare le tassonomie ai fini della SEO.

Questa funzionalità la possiamo utilizzare automaticamente dopo aver installato e attivato Yoast SEO.

Attenzione: nella versione 3.0 di Yoast le potenzialità per l’ottimizzazione delle tassonomie sono state aumentate!

Cos’è una tassonomia in WordPress?

Il significato di tassonomia è “disciplina della classificazione”, ossia un metodo per ordinare le cose.

In WordPress una tassonomia è un meccanismo per ordinare gli articoli, o in alcuni casi, diversi elementi come i link o i post personalizzati.

Le tassonomie su WordPress ci permettono di classificare i nostri contenuti Condividi il Tweet

Oltre alla tassonomia per ordinare i link esterni, vi sono due tipologie di tassonomie di default che WordPress crea al momento della sua installazione:

  • Le categorie: ci consentono di raggruppare gli articoli per “tipo di post” e possono contenere delle sottocategorie. Difficilmente un post dovrebbe essere assegnato a più di una categoria. A seconda di come abbiamo configurato i permalink del nostro sito la categoria assegnata al post potrebbe comparire all’interno dell’url che identifica la notizia.
  • I tag: permettono di raggruppare le notizie per “argomento trattato” e ogni post può avere diversi tag associati. E’ un metodo di classificazione più flessibile delle categorie.

Ottimizzare le categorie con Yoast SEO

Per far digerire meglio le categorie del nostro sito internet realizzato in WordPress dobbiamo spostarci nella sezione dedicata a questa tassonomia.

Yoast #SEO per #Wordpress ci permette di ottimizzare le tassonomie del nostro sito Condividi il Tweet

Una volta loggati all’area amministrativa di WP dal menù laterale premiamo sulla voce Articoli > Categorie.

Nella pagina dedicata possiamo creare, modificare o cancellare le categorie del nostro sito WP. Passando il mouse su una delle categorie, precedentemente create, compaiono alcune voci e premendo su modifica si aprirà in dettaglio una sezione dove possiamo ottimizzare lato SEO la tassonomia.

modifica categoria wordpress

Scorrendo la pagina, al di sotto delle impostazioni classiche della categoria (nome, slug, genitore e descrizione) abbiamo un box dedicato alle impostazioni di Yoast SEO.

yoast seo tassonomie contenuto

Se il meta box per le impostazioni Yoast SEO delle categorie non compare è necessario controllare le impostazioni relative a questa tassonomia nella sezione dedicata ai Titoli & Metadati di Yoast SEO.

Dopo aver effettuato le modifiche ai diversi campi ricordiamoci di premere il bottone Aggiorna del nostro articolo, per salvare il nostro lavoro.

Il Meta Box delle tassonomie, come quello dei contenuti, è diviso in tre diversi tab.

Contenuto

Il tab del contenuto, come visto nell’immagine precedente ci permette di modificare, cliccando direttamente sull’anteprima dello snippet nell’area che vogliamo modificare:

Il titolo SEO

Inserendo del testo andiamo a decidere cosa deve comparire nel tag title della pagina archivio relativa a questa categoria. Ricordiamo che i motori di ricerca, tra i risultati restituiscono il risultato con una lunghezza di testo non superiore ai 60 caratteri, per cui attenzione a quanto scriviamo.

Descrizione SEO

Il testo che andremo ad inserire andrà a modificare il metatag description della pagina archivio della categoria in esame. Anche in questo caso il testo mostrato dai motori di ricerca tra i risultati della Serp non supera i 160 caratteri, non scriviamo quindi poemi.

L’analisi del Contenuto

Come per i contenuti possiamo effettuare l’analisi dell’ottimizzazione SEO della nostra tassonomia, in relazione ad una parola chiave. Le informazioni ricordo vanno sempre prese con le pinze e non letteralmente.

Impostazioni

yoast seo tassonomie impostazioni

In questa sezione possiamo configurare:

Canonical

Se la nostra categoria contiene contenuto duplicato da altre categorie, per evitare penalizzazioni da parte dell’algoritmo Google Panda, inseriamo il link alla risorsa principale di cui abbiamo lo stesso contenuto. In realtà questa deve essere una eccezione che non si dovrebbe presentare per le categorie, in quanto la pianificazione delle categorie del nostro sito deve essere strutturata per archiviare i nostri articoli in maniera univoca e in rari casi in diverse categorie.

Noindex questa categoria

La select in questa sezione ci permette di scegliere tra:

  • Utilizzare category come predefinito (Attualmente:index). Ossia viene impostata la modalità predefinita che abbiamo selezionato quando abbiamo configurato questa tassonomia nel pannello delle impostazioni relative ai Titoli e Metadati di Yoast SEO.
  • Indicizza sempre. Indicizza la pagina archivio relativa a questa categoria.
  • Non indicizzare mai. Selezionando questa impostazione andiamo ad impostare il metatag robots a noindex, follow, per evitare che la pagina archivio di questa categoria si indicizzi.

Includere nella sitemap

Con questa select possiamo decidere se la pagina archivio di questa categoria venga inclusa nella sitemap XML generata mediante Yoast SEO (se abbiamo attivato questa funzionalità).

I valori per la select sono di facile comprensione:

  • Rileva automaticamente
  • Non includere mai
  • Includi sempre

Social

yoast seo tassonomie social

Come per le pagine e gli articoli possiamo personalizzare l’aspetto delle url delle nostre tassonomie quando viene diffuso sui social network. Per comprendere meglio l’uso di questa sezione vi invito a leggere il mio articolo sul Meta Box di Yoast SEO.

Yoast SEO: ottimizzare i tag

Per i tag vale lo stesso discorso delle categorie affrontato nel paragrafo precedente e per modificare i parametri relativi alla SEO di questa tassonomia seguite il tutorial relativo alle categorie, ricordando però che una volta loggati all’area amministrativa di WP dal menù laterale è necessario premere sulla voce Articoli > Tag al fine di editare le tassonomie di questo tipo.

L’indice alle diverse funzioni di Yoast SEO

Vota questo articolo

CONDIVIDI
Nato con la passione per l'informatica da mamma Access e papà ASP nel 2002 rinnego repentinamente la mia paternità facendomi adottare da papà PHP e mamma SQL. Allevo HTML e correlati fiori in CSS mentre vedo i frutti del mio orticello SEO crescere grazie alla passione e alla dedizione della coltura biodinamica; perchè il biologico è fin troppo artificiale. Realizzo siti internet a tempo pieno, nei restanti momenti mi occupo di redigere articoli per questo sito e saltuariamente far esperimento nel mare che è internet.

LASCIA UN COMMENTO